domenica 8 febbraio 2009

E c'è anche questa Realtà...purtroppo...


Sono un pò spenta in questi giorni ... Beh...!!! Devo ammetterlo... probabilmente è davvero così... anche se cerco di convincere me stessa che sono serena...che poi...effettivamente potrei anche esserlo ...però di fondo sento un senso di vuoto...con un punto di domanda che mi lascia svuotata di emozioni...di sentimenti...e... particolarmente pensierosa verso quanto apprendo quotidianamente da questo nostro mondo che stiamo praticamente portando alla deriva...

Io non sono una mamma... però sono una donna che vorrebbe tanto esserlo...e in questi giorni non posso fare a meno di chiedermi quale futuro noi adulti vogliamo offrire a questi ragazzi...

Siete tutti a conoscenza dei drammatici fatti di cronaca nera che divengono sempre più realtà quotidiana...

A Nettuno danno fuoco a un immigrato per passatempo; a Scauri cercano di far sparire un cadavere per dare una mano a un amico che si è «messo nei guai»....e tutto questo avviene con la lucidità e la consapevolezza da parte di adolescenti che giocano a fare i grandi...dimenticando o non conoscendo per niente i modelli e i valori della famiglia... quella stessa famiglia che trovandosi faccia a faccia con simili realtà sarà portata a chiedersi a sua volta del perchè sia capitato proprio a loro... portata a difendere questi piccoli grandi uomini... senza però pensare che probabilmente questo è il risultato scontato di atteggiamenti che dovevano essere prevenuti per tempo...
Diciamoci la verità... Oggi si è troppo impegnati per fare i genitori... la società " bene" è quella che può permettersi il lusso di vacanze infrannuali... abiti di marca... macchine lussuose... però paga tutto questo con uno scotto troppo alto...
Io non sono qui per giudicare nessuno...ma per prendere atto di questa realtà... i compromessi che accettiamo in nome del dio Danaro... li facciamo pagare ai nostri figli... ed ecco i risultati...purtroppo...e quel che è peggio...è che giorno dopo giorno non abbiamo occhi per vedere ed orecchi per sentire cosa fanno o dicono questi ragazzi...che rientrano alle tre di notte nonostante abbiano solo 17 o 20 anni... ubriachi... sballati dal fumo ... fatti di cocaina...senza che mamma e papà se ne accorgano...

E non credo di essere stata esagerata... non sono io a parlare...ma la realtà...ed è giusto guardarla con gli occhi che merita...
A presto amici...e speriamo bene...

43 commenti:

andrea ha detto...

nella...
vieni a trovarmi,ti aspetto
BUONA DOMENICA

NeLLa'S ha detto...

Ciao Amici... anzitutto buona domenica a voi...benritrovati...
Son stata un pò assente questa settimana...ma ormai penso avrete capito i miei tempi...e sapete che torno sempre appena posso...
Quindi voglio ringraziarvi per la vostra presenza...nonostante le mie assenze...e vi lascio un abbraccio per tutti...
NeLLa'S

NeLLa'S ha detto...

Ciao Andrea...come vedrai ho accolto il tuo invito...ho già commentato il tuo post...e ti auguro anche da qui buona domenica e ti ringrazio dell'invito...
NeLLa'S

Darkrose ha detto...

si hai ragione...oggi vedo e sento cose assurde.
Questa sono le generazione cresciute tra esternalità negative...adesso magari mi chiedi quali...beh basta gia solo guardare la tv....quanta violenza..insomma io sono cresciuta con dei programmi + educativi, guarda oggi per esempio i cartoni animati oppure tutti i programmi trash come GF...molti ragazzini prendono da esempio.
La droga e vero oggi ne viene consuamta di + , e questo perchè i genitori nn dicono mai di no ai figli, cioè hanno bisogno di qualche soldo loro stanno subito la a dare tutto.
I ragazzi cresciuti in questo modo nn hanno valori.
Un saluto e a presto.



PS: comunque allra ti ho risposto sul mio blog...baci

UIFPW08 ha detto...

Comprendo le tue ragioni e concordo con te. Ma desidero aggiungere una cosa. Il progresso ha distrutto la famiglia. Qualche anno fa eravamo ancora tutti uniti a tavola a dialogare sulle esigenze quotidiane,sulla vita, adesso siamo cellule assestanti iper tercnologici
ed autoalimentati dall'etere virtuale,privi di valori morali e religiosi. Non so dove finiranno qieste nuove generazioni, ma una cosa è certa senza Dio non si va da nessuna parte. Ciao NeLLa'A un bacio e serena domenica.

NeLLa'S ha detto...

@Darkrose... i programmi educativi che hanno accompagnato la nostra infanzia sicuramente facevano riferimento a valori più consolidati... abbiamo avuto probabilmente la fortuna di vivere la nostra adolescenza in un momento migliore...
Oggi ...tutto è accellerato... gli impegni raddoppiati...e anche la vita stessa richiede maggior impegno per far fronte a tutto quanto è necessario..
Però... bisogna tener conto che questi ragazzi non possono e non devono essere lasciati da soli...bisogna seguirli...bisogna essere più presenti...ma questo deve accadere fin dalla loro tenera età...
Io continuo a sperare...ma la realtà sembra voler infrangere ogni speranza...
Un bacio a te...
NeLLa'S

NeLLa'S ha detto...

@Maurizio...hai toccato un tasto molto importante...la presenza di Dio come guida per il nostro quotidiano...
Anch'io concordo con te...
E come te anch'io credo che senza di lui in noi non si va avanti..tutto porta a distruzione... e quella pace che tanto amplifichiamo con le nostre parole diviene nulla in fatti...
Grazie per la tua attenzione Maurizio... a presto...
NeLLa'S

dupont ha detto...

Anch'io non sono mamma e guardando il mondo di adesso e tutto ciò che succede non mi dispiace proprio per niente non esserlo.
Mi sembra impossibile che dei genitori non si accorgano di come si sono ridotti i loro figli, quando vedo certi ragazzi per la strada, li guardo come si comportano, come sono vestiti e come parlano, capisco che i genitori ben difficilmente possono essere diversi da loro. Lo so che fare il genitore è il lavoro più difficile al mondo perchè qualsiasi cosa uno faccia non va mai bene, ma voler difendere sempre e comunque i propri figli, come sento in giro e perfino in tv non può che portare ad un degrado totale dei giovani di adesso!
Ciao Nella, un bacione :))

Sabatino Di Giuliano ha detto...

Prima di commentare ho letto gli altri commenti.
Condivido tutto, dalle parole di Nella, nel post, alle osservazione degli amici.
Abbiamo toccato i punti chiave del problema.
Ma una cosa mi preme aggiungere: ottimismo!
Occorre dire che la risonanza dei media oggi e' enorme per via dei canali di comunicazione. Per cui sembra che intorno a noi ci sia solo il male.
Pensate che solo 100 anni fa le cose andassero meglio e l'uomo era migliore? Prima si facevano i figli e si "lasciavano" crescere... letteralmente "lasciavano".
Inoltre stupri e storie del genere erano nascoste. e si che i nostri vecchi non dovevano essere stinchi di santo
Oggi c'e' piu' coscienza e ci si butta a capofitto sul "caso"e si e' piu' attenti al benessere dell'anima.
Ecco perche' non dobbiamo smettere di generare figli.
Per consentire la conservazione della specie (istinto sempre presente in noi) e per non morire soli ed egoisti...
Nella, la mia e' stata una velocissima disamina "tecnica".
Ma penso che ci stia! Dobbiamo tenere conto anche di questi elementi
Grazie per l'affetto e la stima.
Un grosso abbraccio
Saba

gaetano ha detto...

Ciao cara NeLLa's: quanto ci sarebbe da dire su questo tema. l'autorevolezza della giusta autorità non esiste più. Il rispetto è cosa d'altri tempi. I giovani o ancor meglio gli adolescenti sono e devono essere ribelli, ma sono i genitori che dovrebbero fare gli adulti e non i ragazzini. Un genitore dovrebbe essere un mezzo amico di un figlio, perché all'amico si può mandarlo al quel paese ma ad un genitore no o almeno così dovrebbe essere.
Per non parlare della cultura dello sballo e di quello che ci propinano i media. Inoltre, oggi il superfluo è diventato indispensabile. Il telefonino non è più un bene voluttuario ma un bene di prima necessità e purtroppo non credo di esagerare.
Credo che Il vietato vietare ci abbia rovinato.
Scusa se ho esagerato ma è un tema che mi fa uscire da gangheri.
:-)
Un caro saluto Gaetano.

NeLLa'S ha detto...

@Dupont...non mi piace generalizzare...sicuramente c'è anche del buono in tanto caos...però effettivamente guardandoci intorno i risultati non sono incoraggianti...
Come non mi piace giudicare l'operato di un genitore...io penso che nessun genitore desideri il male per un figlio...e per questo vorrei una presa di coscienza maggiore da parte di questi genitori che troppo "occupati" dal poter dare beni materiali ai propri figli dimenticano che i beni importanti son quelli che non costano nulla...far sentire loro la presenza costante e un orecchio attento a quanto loro chiedono...non essere lasciati soli...
Buona domenica...e grazie...
NeLLa'S

NeLLa'S ha detto...

@Saba... bentornato a dare con questo tuo commento un ulteriore spunto a questa riflessione ...
Hai ragione...concordo sull'amplificazione che oggi danno i media a questi eventi...da sempre esistiti ...però è pur vero che ieri si viveva diversamente ... si respirava meglio...e la vita era condotta con meno affanni...
Oggi si cura l'anima...ma se poi quest'anima non si tiene ben salda dei valori veri si cade rovinosamente senza possibilità di ritorno...

Uccidere un ragazzo di 19 anni con 40 coltellate per 400 €...
L'assassino??? Sembra essere il figlio di una famiglia molto per bene... che credo sicuramente avrà cercato di infondere valori in questo ragazzo...ma forse coprendo le lacune che non aveva il tempo di riempire con l'illusione che tutto andasse bene...

Ieri come dici tu i figli venivano lasciati vivere ...anch'io ero lasciata vivere... ma erano altri tempi...andavo alle scuole elementari da sola...senza bisogno di essere accompagnata...oggi mi pare che un genitore non può più permettersi di mandare un bambino a scuola senza essere accompagnato...
Insomma caro amico...i tempi son cambiati... la delinquenza è aumentata...e allora che si fa???
L'Ottimismo serve indiscutibilmente...ma serve anche una famiglia più attenta...tutto nasce da lì...e se una volta potevano permettersi di distrarsi un attimo oggi credo nn sia più possibile...
Grazie...a presto...
NeLLa'S

NeLLa'S ha detto...

@Gaetano...nessun scusa...nn serve...anche perchè è forse per non voler vedere che siamo arrivati a questo punto...
E il peggio penso debba ancora arrivare...se questo nn fosse abbastanza...
Ti ringrazio come sempre...
NeLLa'S

apriticuore ha detto...

Ciao Nella'S, è molto sensibilizzante il tuo post.
In effetti, bisogna stare molto attenti con i figli. Il loro punto di riferimento siamo noi genitori, che dobbiamo sentire la presenza dei figli non come entità a se ma parte integrante del nostro vivere in funzione del loro. "Ascolto", si l'ascolto è una parola chiave che racchiude gran parte di ciò che un domani all'improvviso potrebbero essere spiacevoli sorprese. Nell'educazione io credo che ci debbano essere spesso dei "NO" importanti, i "NO" che aiutano a crescere, quelli che ricordano determinati principi di rispetto per il mondo che ci circonda, che sia verso la persona o verso il patrimonio. l'inganno dell'apparenza sta proprio dove a volte il viso d'angelo inganna e quando si scopre che così non è, dopo è troppo tardi. Non mi sento in colpa nel dire "NO" se sono convinto che sia a fin di bene, a volte si commette l'errore di pensare che l'affetto e il rispetto dei propri figli verso noi e verso gli altri sia una "trattativa". Non si tratta, non si può trattare dove ancora non c'è una certa maturità ed è proprio per il loro di bene.
Essere genitore deve essere un impegno di ventiquattr'ore su ventiquattro. Sapere ascoltare, non sentire, ma ascoltare. Spesso nelle parole dei figli ci sono già risposte chiare che non vengono percepite. Io amo mio figlio da morire, è la cosa più bella che la vita potesse donarmi. Il loro sguardo deve sempre avere un punto di riferimento, se li lasciassimo navigare "a vista" potremmo in questo mare pieno di insidie, correre il rischio di non avvistarli più all'orizzonte perché saranno andati alla deriva.
Cara Nella'S, sei veramente una persona molto sensibile. Io da genitore voglio crederci in un futuro migliore.
Come sempre... straordinaria.
Ti abbraccio.
Grazie per le tue parole, mi ripeto nel dirti che sei veramente delicata, ogni volta che mi lasci le tue righe d'affetto.
Buona notte, cara.

Anonimo ha detto...

Lodi, lodi al tuo post che affronta, seppur con un pizzico di superficialità, un argomento importante, direi il più importante, perchè, quando si parla di giovani, di figli, si parla comunque del nostro futuro. Anche io ho letto i commenti, e proprio a uno in particolare vorrei rispondere..Sabatino, che giustamente spinge verso l'ottimismo, dicendo che i mass-media e la loro enfatizzazione degli eventi, mettono eccessivamente in risalto fenomeni antichi, sempre esistiti e che prima i figli venivano fatti e abbandonati a se stessi....vero, niente di più vero....solo che, i genitori di prima avevano forse un motivo valido che giustificasse i loro atteggiamenti...la fame, la miseria,la guerra....ambivano a un piatto caldo, per se e per i propri cari, non li trascuravano per egoismo, era il bisogno vero e la necessità che ogni componente della famiglia si prodigasse per la famiglia stessa, dal più piccolo al più grande....mi fermo qua perchè credo e spero di aver reso l'idea....per il resto...ci sono genitori e genitori, i miei hanno "sacrificato" la loro vita per il benessere e l'educazione mia e dei miei fratelli....e sono genitori di questo tempo...io stesso,provo a ripetere le loro gesta in virtù dei loro insegnamenti..a volte mi riesce,altre volte no....alla fine credo che, solo la fatalità, il destino stesso loro potrebbe portarli a commettere cose sbagliate, contro il loro prossimo e contro se stessi...a me servirà una coscienza integra che mi doni la rassegnazione per ciò che potrebbe essere stato...l'inivitabile. A...nonimo.

dawoR*** ha detto...

sperare è solo uno dei modi in cui si può affrontare l'incertezza del domani / un altro modo invece è quello di dire NO subito !

:) dawoR***

NeLLa'S ha detto...

@Apriticuore...un intervento il tuo che chiarisce bene il senso di essere genitore...
Io nn lo sono... e però sono parte di questa società ...che guarda..ma vede pure...che sente...ma ascolta pure...e non posso non notare dai miei margini la superficialità con la quale molti miei amici genitori affrontano questo delicato ruolo...
Molte volte mi dico...io nn direi SI al posto loro... io nn farei questo al posto loro...però non lo so... potrei commettere gli stessi errori essendo anch'io genitore...
Certo è che l'attenzione va spostata su di loro... su questi figli che assorbono troppo dalle tv...dai media in generale...dalla troppa libertà...dalla troppa insicurezza di nn essere accettati...
Grazie Apriticuore per questo contributo...arricchisce questo post e il nostro riflettere...
NeLLa'S

NeLLa'S ha detto...

@Anonimo...grazie delle lodi e un pò meno per la superficialità...
E' vero...riconosco che ho in qualche modo preso una posizione un pò marginale in merito a questo post...però come già ti ho spiegato e detto all'amico Apriticuore io nn sono un genitore...e... nn me la son sentita di ergermi a giudice di un qualcosa che non vivo nel ruolo come protagonista... e perciò ho pensato bene di prendere atto di una realtà come membro di questa collettività...
Credo che ogni situazione per essere giudicata debba viversi in prima persona...per cui la mia attenzione la porto tutta verso questi ragazzi...perchè anch'io son stata adolescente...ed anch'io avrei potuto prendere strade sbagliate se mi fossero mancati i valori che invece ho avuto nonostante la poca presenza di mia madre...nn per colpa sua...ma essendo cresciuta senza il papà purtroppo ha dovuto faticare e nn poco per riuscire ad infonderci le giuste misure per affrontare le cose...
Diciamo che è andata bene...
Ecco... spero di aver spiegato al meglio il mio punto di vista in merito...

Ti saluto e ti ringrazio per il tuo contributo... i tuoi pensieri son da genitore...e so che genitore sei... per cui ti abbraccio forte e ti voglio bene...

NeLLa'S

NeLLa'S ha detto...

@Dawor...benvenuto...e quei NO vanno detti e ripetuti ogni volta si rende necessario...
Io ne ho ricevuti parecchi...come credo tanti di voi...
Nn so...la speranza la porto come ancora di salvezza...dando il beneficio del dubbio a un domani che spero prenda insegnamento da quanto sta accadendo oggi...
Buonanotte ...grazie del tuo passaggio...
NeLLa'S

giorgio ha detto...

Sono andati persi ormai molti valori che contradistinguevano la ns società, persi dai genitori però, che quindi non hanno saputo come tramandarli ai figli; non sono solo i ragazzi bene a far danni, è tutta una società.
Ho scritto un post in risposta ai commenti su Eluana, se ne hai voglia ti invito a leggerlo.
Buona settimana, Giorgio.

MORENO ha detto...

Ciao carissima,
da me troverai sempre tutto lo spazio che desideri...
Riguardo il tuo post posso solo condividere quanto dici.
A presto...

Luciano ha detto...

Ciao Nella'S
hai perfettamente ragione.
Io ho paura per il futuro dei miei figli.
Se la politica continuerà a pensare ad altro dovremme aspettarci di peggio.
Un saluto affettuoso

NeLLa'S ha detto...

@Giorgio ...sicuramente il discorso è generale...però permettimi di mettere in rilievo il troppo benessere che viene regalato a questi ragazzi per soccombore alla mancanza fisica dei genitori...
In questo caso credo nn ci siano scusanti...se nn il troppo egoismo da parte di genitori troppo presi dal far lievitare il conto corrente...

Passerò da te...grazie dell'invito...
Ciao Giorgio...buona settimana...
NeLLa'S

NeLLa'S ha detto...

@Moreno...grazie...a volte mi sento un pò impropria con i miei saluti...però preferisco non entrare in merito a certi argomenti per i quali non mi sento preparata... però ti leggo con interesse perchè imparo sempre qualcosa di nuovo...
Buona giornata e grazie del tuo passaggio...
NeLLa'S

NeLLa'S ha detto...

@Luciano...speriamo sia diversamente e che quel peggio nn arrivi mai...
Buona giornata a te...
NeLLa'S

Anonimo ha detto...

Una realtà alla quale...credimi in questo contesto..da te ben descritto NN trovo parole.
Chi sbaglia DEVE pagare a prescindere dal paese di provenienza...dalla posizione o altro ancora.
SPERIAMO IN TEMPI MIGLIORI SOPRATTUTTO X I + GIOVANI.

.:Violet:.

Rosa ha detto...

E' vero, si concede troppa libertà ai figli, e poco dialogo.
Nn mi piace giudicare, forse non vivo "il problema" del figlio sballato, e nn oso giufìdicare i genitori,ma non sopporterei vedere un figlio sballato, ubriaco, non me ne darei pace!..
Un sorriso.
Rosa

pioggiamarea ha detto...

La tua percezione e le tue considerazioni mi sembrano più che realistiche. Purtroppo, allo scopo di dar sostegno ad alcune ideologie politiche fasulle e allo scopo di usare "diversamente" il denaro pubblico, c'è ormai da anni la tendenza a sanzionare alla leggera i reati, ricorrendo ad ogni sorta di giustificazione. Ed inoltre c'è un diffuso lavorìo affinché si perda ogni senso del "sacro". Il risultato è una percezione distorta della gravità dei reati accompagnata dalla comoda perdita del senso di responsabilità.
In verità io stupisco di come i ragazzi, in generale, si comportino fin troppo bene nonostante il vuoto di legalità.
Sul tuo accenno a te stessa... ti lascio una carezza e posso dirti ciò che di certo già avrai compreso: chi è madre dentro lo è anche senza figli, e dona in mille doni la propria maternità al mondo.
Buona serata Antonella, un bacio.

Sabatino Di Giuliano ha detto...

sono in treno per roma, e questa volta voglio farmi compagnia con questo spazio.
ho letto la tua replica, condivisibile.
sei una donna in gamba
un abbraccio, quasi romano, saba

ღღ Š î $↕ Ŧ ۞ ღღ ha detto...

Secondo me il problema è che non siamo più capaci di dire di no, ai ns figli. Ma sai lo fanno tutti, tutti escono alle 11 tutti bevono.
Ma chi sono questi tutti. Perchè non si può più dire di no , tutto è permesso. Nel mio piccolo paese vedo ragazzini delle elementari andare in giro alle 10 di sera al bar. Ti pare normale???
Non ho parole.
Un saluto Sisifo

Lidia ha detto...

A chi è cristiano per esempio è richiesto di "essere sentinelle dei tempi" cio è denunciare sì ciò che va male e con forma, dando la propria faccia ma anche cogliere se e quando ci sono, i germi di bene. Mica facile, dirai...
Un bacione, Lidia

NeLLa'S ha detto...

@Violet...grazie cara amica...
Condivido e approvo...
NeLLa'S

NeLLa'S ha detto...

@Rosa... una libertà che pagano a caro prezzo...purtroppo...
Grazie ...
NeLLa'S

NeLLa'S ha detto...

@Pioggia...devo condividere il tuo pensiero... E spero che l'attenzione si faccia alta verso questa gioventù che nessuno ascolta...
Ciao carissima...e grazie...
NeLLa'S

NeLLa'S ha detto...

@Saba... vieni nella mia regione praticamente...
Buon viaggio...
NeLLa'S

NeLLa'S ha detto...

@Sisifo...no...nn mi pare normale..proprio per niente...
Grazie del tuo passaggio...
NeLLa'S

NeLLa'S ha detto...

Lidia...mica facile ti dico...
Un abbraccio carissima..mi apri sempre la mente tu...
Ciao..
NeLLa'S

keypaxx ha detto...

Triste e dura è la realtà quotidiana...

NeLLa'S ha detto...

@Key..buongiorno a te...
Si...triste e dura...
Grazie del tuo passaggio...
A presto...
NeLLa'S

lucia58 ha detto...

Oggi stiamo attraversando dei brutti momenti e i figli sono il risultato di genitori privi di certezze e speranze. Vive bene chi riesce ad emergere e di chi resta dietro non se ne frega nessuno.Io penso che i giovani sentano questo e la povertà porta ad arrangiarsi e automaticamente genera violenza.Non stò giustificando con questo mio argomentare ma non bisogna addossare colpe ai giovani, ma a noi adulti che gli offriamo questa società di guerre pubbliche e private.Le persone sensibili come te ne risentono maggiormente.

NeLLa'S ha detto...

@Lucia...certo i giovani son il risultato di noi adulti...e difatti siamo noi che contesto...nn loro...
Una famiglia attenta...occhi per vedere e orecchi per sentire... oggi mancano...e mi chiedo se andando avanti nn sarà sempre peggio...
La bella gioventù resterà solo una chimera?
Spero di no...
Un bacio a te...
NeLLa'S

andrea ha detto...

ma la realtà...ed è giusto guardarla con gli occhi che merita...

il mondo ogni istante che passa cambia,e quindi il cambiamento e' sempre possibile,e siamo noi che possiamo influenzarlo, io non vedo altre soluzioni se non partire da noi stessi,se siamo piu' felici, pu' utili,piu sani,migliori, possiamo anche arricchire il mondo,ma si fa una persona alla volta, cominciamo da noi, e la nostra passione coinvolgera' chi ci sta vicino,possiamo essere l'inizio di un processo che cambiera' il mondo,con la consapevolezza che le tragedie ci saranno ancora, ma e' li che non bisogna mollare, non arrendersi di credere che e' possibile cambiare anche la percezione che abbiamo delle cose....troppo ottimista?
meglio ottimista ed aver torto, che pessimista e aver ragione

grazie per i meravigliosi spunti di riflessione che ci offri,e l'attenzione che sempre dedichi a tutti,ogni volta che ti prendi il tempo per ciascuno di noi,dai un valore inestimabile a quell'attimo
e' una comunicazione meravigliosa, ed e' un cambiamento in meglio.....

NeLLa'S ha detto...

Il tuo ottimismo ANDREA spero sia contagioso...ce ne vuole e nn poco...
Però è vero... dobbiamo cominciare dalle piccole cose...perchè son quelle che fanno poi le grandi...
La vedo dura...però bisogna tentare...nn possiamo certo restare fermi ad attendere...

Grazie a te per cogliere i miei spunti di riflessione...trovo che tra tutti noi ci sia una comunicazione molto onesta...e questo ci aiuta a confrontarci sicuramente meglio...
Buona serata Andrea...a presto...
NeLLa'S